vietnamUebersicht it

vietnam2 slMille sfumature, mille contraddizioni

Il Vietnam è un Paese comunista con un passato particolarmente traumatico. Oggi le porte si stanno gradualmente aprendo, ma i cristiani rimangono nel mirino delle autorità.

Spiragli di libertà religiosa
Con la nuova legge sulla libertà di religione del 2004, la persecuzione e le vessazioni verso i cristiani da parte delle autorità sono diminuite. È persino possibile sentire alla radio commenti positivi sulle chiese cristiane, e le autorità hanno permesso la stampa di un certo numero di Bibbie. Negli ultimi anni il numero dei cristiani è aumentato notevolmente; nella sola etnia hmong sono ormai centinaia di migliaia.

La persecuzione, una realtà quotidiana
pressioni: nonostante la libertà di religione sia sancita dalla Costituzione, il governo comunista tenta di mantenere sotto il suo controllo la vita religiosa con un sistema di registrazioni obbligatorie, e spesso i cristiani si trovano ad affrontare decisioni arbitrarie e inappellabili delle istituzioni. Chi ne soffre sono soprattutto i pastori e i responsabili delle comunità.
ACP opera in Vietnam dal 1980: stampa e distribuisce Bibbie, offre seminari motivazionali (CEP) per collaboratori di chiesa, sostiene una scuola biblica e una scuola elementare per bambini hmong.

News