ukraineUebersicht it

Collage Ukraine allgemeinUn aiuto ad alto rischio

Dall’aprile del 2014 in Ucraina orientale è in corso una guerra in cui più di 10 000 persone hanno già perso la vita e più di un milione e mezzo di abitanti sono in fuga.

Subito dopo lo scoppio della guerra una delle prime urgenze è stata l’evacuazione della popolazione civile dalle zone di combattimento e la sua sistemazione in regioni più sicure. Alcuni collaboratori ucraini sono stati uccisi durante le operazioni di soccorso e di assistenza.

L’insidia dell’inverno
Durante i combattimenti sono state intenzionalmente distrutte le infrastrutture indispensabili alla vita di numerose località. Questo ha provocato l’interruzione dell’approvvigionamento di acqua, gas, corrente elettrica e quindi dei sistemi di riscaldamento. Per questo, quando è sopraggiunto l’inverno, per molti cittadini è sorto un ulteriore pericolo: la morte bianca. In pochi mesi centinaia di persone sono morte di fame o di assideramento.

Catena di soccorsi
Da quando è scoppiata la guerra, ACP sostiene i suoi partner locali nelle operazioni di soccorso a favore della popolazione colpita. Una rete di collaboratori volontari porta aiuti umanitari fornendo assistenza medica, gestendo mense per poveri, organizzando trasporti umanitari; a margine di questo si sta impegnando anche nel servizio spirituale.