mongoleiNotleidende it

mongolei3.1 lebenszentrumCentri cristiani per senzatetto

Centri di vita per 30 famiglie senzatetto
Nel 2002, in collaborazione con l’organizzazione umanitaria CLAIM, ACP ha inaugurato il primo dei tre centri di vita che oggi esistono a Ulaanbaatar. Dieci famiglie senzatetto, di regola diventate tali per povertà, malattia, criminalità e alcol, sono state accolte e vivono in ogni centro. Qui trovano cura, sostegno sotto forma di cibo, beni di prima necessità, insegnamento nelle questioni pratiche della vita e aiuto per la reintegrazione nella società.

Grazie alle classi di scolarizzazione guidate dal team, i bambini ricevono la possibilità di essere integrati nelle scuole pubbliche, gli adulti imparano una professione e possono accedere al mercato del lavoro. Dopo un anno le famiglie lasciano il centro con una yurta (tenda circolare mongola) in regalo.

 

Incredibile percentuale di successo
Negli scorsi undici anni più di 150 famiglie, ossia circa 1000 persone, sono state integrate nella vita normale. La percentuale di successo vicina al cento per cento è un risultato della cura intensa e constante. Investiamo solo in persone seriamente intenzionate a mettere a posto la propria vita.

 

Effetti spirituali
La base per un cambiamento complessivo è l’annuncio dell’evangelo. La maggior parte degli ospiti inizia un rapporto personale con Gesù Cristo durante l’anno trascorso al centro di vita. Famiglie distrutte si ricompongono.