aktuell gebetsanliegen head it

Grecia bus steht still cutGrecia: problemi per il minibus

Due anni fa è stato acquistato in Germania un piccolo bus della Renault che poi è stato portato in Grecia e messo a disposizione del team di ACP per il suo lavoro con i rifugiati. In Grecia qualcuno si è offerto di occuparsi dei documenti di circolazione necessari. Dato che non è facile capire bene le procedure burocratiche greche, il team è stato riconoscente dell’aiuto di un professionista. Dopo poco tempo l’uomo è arrivato con una targa e con i documenti per il bus.

Durante un controllo di routine della polizia, tuttavia, si è scoperto che la targa era rubata e i documenti erano falsi. Immediatamente il bus è stato sequestrato ed è stata sporta denuncia. Dato che il nostro responsabile di progetto non risultava coinvolto nella vicenda, è stato assolto; nonostante questo ora al bus mancano di nuovo i documenti per poter circolare legalmente.

Il team di ACP si impegna giorno per giorno per aiutare i rifugiati che arrivano in massa ad Atene ed è oberato di lavoro. Oltretutto è giunta la richiesta di aiutare altri 1500 rifugiati yazidi nel nord della Grecia. L’immatricolazione del bus è indispensabile ed essenziale per proseguire con il lavoro pratico per ampliare l’opera in Grecia. Il nostro team è in contatto con un avvocato che dovrebbe poter risolvere la questione.

Preghiamo:

> per una soluzione rapida del problema;
> per il favore delle autorità, in modo che concedano i documenti di circolazione;
> perché Dio protegga il team e gli dia la forza di resistere nonostante le difficoltà quotidiane.