aktuell gebetsanliegen head it

Naher Osten FreiheitMedio Oriente: l’assenza di libertà religiosa

“Dove c’è lo Spirito del Signore, lì c’è libertà” (2 Cor 3:17). Il Medioriente rappresenta come poche altre regioni al mondo l’assenza di libertà religiosa. Ciò non impedisce a Dio di agire anche in quei luoghi, e di donare libertà spirituale alle persone. Egli si rivela in vari modi ai musulmani e compie miracoli nella loro vita: molti di loro ascoltano l’evangelo e accettano Gesù Cristo come loro Salvatore, dando poi vita a chiese clandestine e comunità domestiche. Molte guide spirituali, insieme con le loro famiglie, pagano un caro prezzo per la diffusione del messaggio di Gesù. Ma, anche se sono costretti ad abbandonare la loro patria, continuano a essere attivi anche all’estero: sostenendo i cristiani perseguitati economicamente, tramite la preghiera o - attraverso i nuovi mezzi di comunicazione - come insegnanti o pastori. Dio costruisce il suo regno e apre i cuori anche dietro porte apparentemente sbarrate.

Preghiamo per:
> un risveglio ancora maggiore fra i musulmani;
> una sana crescita delle chiese;
> porte aperte che ci consentano di aiutare i cristiani perseguitati in modo efficace.