aktuell gebetsanliegen head it

Aethiopien GebetEtiopia - disordini e vessazioni

Dall’inizio dell’anno l’Etiopia è scossa da disordini. Violente manifestazioni hanno avuto luogo lo scorso 7 agosto ad Addis Abeba; sono scesi in piazza gli Oromo, il gruppo etnico più numeroso del Paese, in segno di protesta contro l’espropriazione dei piccoli agricoltori della regione circostante, cui vengono tolti i terreni per costruirvi nuove abitazioni. Combattimenti sono stati registrati nel nord del Paese: dal mese scorso in quest’area sono in corso combattimenti tra le tribù degli Amhara e dei Tigray, in seguito alla decisione del Governo di modificare il confine fra i terreni di loro competenza.

Le ripercussioni sui cristiani di questi focolai di crisi passano prevalentemente inosservate. Il partner ACP ci riferisce che le proteste degli Oromia continuano e si sono allargate anche al nord e la distruzione delle chiese procede. «Abbiamo urgente bisogno - scrive - di preghiere per il nostro Paese e le nostre comunità... Siamo stati costretti a disdire il nostro incontro distrettuale annuale a Nekemte per motivi di sicurezza. Ora abbiamo indetto 21 giorni di digiuno e preghiera in tutto il Paese. Pregate per l’Etiopia!».

 

Preghiamo che:
> i disordini finiscano presto;
> Dio mandi i suoi angeli a proteggere le chiese;
> i musulmani radicali non sfruttino la situazione per commettere omicidi ai danni dei cristiani.