aktuell gebetsanliegen head it

SP mongoliaMongolia: tra neve e incendi

In Mongolia il tempo è spesso imprevedibile. Due settimane fa, per esempio, sulla capitale Ulan Bator sono caduti più di 15 centimetri di neve; contemporaneamente, nella Mongolia orientale, è divampato un incendio che ha causato diverse vittime, fra cui alcuni bambini, e ha sterminato centinaia di capi di bestiame. Circa trenta famiglie hanno perso la casa e tutto ciò che possedevano; al momento i nostri collaboratori sono sul posto per aiutare la popolazione in modo pratico: l’obiettivo primario è allestire alloggi di fortuna e fornire generi di prima necessità.

A fine giugno in Mongolia si terranno le elezioni legislative. È importante che vengano elette persone responsabili, che si impegnino per il benessere dell’intera popolazione, per garantire pari opportunità a tutti i cittadini e giustizia sociale: negli scorsi anni il divario fra ricchi e poveri è aumentato in maniera costante.

Preghiamo che:
> per la sicurezza delle famiglie e dei bambini
> per le elezioni parlamentari del 28 giugno
> perché i collaboratori locali abbiano la saggezza per affrontare la situazione in modo adeguato