aktuell gebetsanliegen head it

HaitiHaiti

Nel corso di un travagliato passaggio di consegne non ancora del tutto concluso, il presidente Michel Joseph Martelly ha lasciato la carica in favore di Jocelerme Privert, provvisorio capo dello Stato in attesa di nuovi accordi tra le parti sulla conclusione del processo elettorale. Le prime elezioni, svoltesi nell’autunno 2015, sono state offuscate da gravi irregolarità, e in teoria avrebbero dovuto riportare la stabilità nel Paese, che risulta uno dei più poveri dei Caraibi, ulteriormente penalizzato dal drammatico terremoto del 2010. Le tracce ancora visibili del sisma sono relative, mentre sul piano politico Haiti non è ancora riuscita a superare il caos politico in cui si trova, e chi ne soffre maggiormente è la parte più povera della popolazione.
Tuttavia, nonostante il delicato e in continua evoluzione, dai progetti ACP giungono anche notizie positive. La scuola Ecole Lumière, con i suoi settecento alunni, e l’edificio comunitario ricostruiti dopo il terremoto, sono in piena attività. Il pastore Milien continua a servire la chiesa fedelmente, nonostante debba affrontare situazioni non semplici. Nei corsi di informatica proposti dall’Ecole Lumière i giovani allievi ricevono una preparazione che permetterà loro di svolgere un’attività specializzata, mentre nell’ambito della chiesa è in corso un progetto di microcrediti per aiutare la popolazione verso l’autosufficienza economica.

Ringraziate
> per i progetti che procedono con successo;
> per i collaboratori fedeli.

Pregate per
> un Governo stabile e un passaggio di consegne senza traumi;
> il pastore Milien e l’artivo di collaboratori che lo aiutino a lungo termine;
> la crescita e un forte impatto della comunità Eglise Lumière nella città e nel distretto di Léogane.