aktuell gebetsanliegen head it

 

Sudan: oltre ogni limite

Il Sudan è diventato un paese molto ostile ai cristiani. La sharia nega loro ogni possibilità di vivere pubblicamente la loro fede. Chi lo fa ugualmente, rischia la morte. Per questa ragione molti cristiani fuggono nel Sudan meridionale e non pochi muoiono durante la fuga. C’è però anche un movimento nella direzione opposta. Evangelisti provenienti dai paesi vicini sono pronti a rischiare la propria vita per predicare l’evangelo ai musulmani nel Sudan. Il seme sta germinando. Molti musulmani iniziano un rapporto personale con Gesù e nascono nuove chiese. I cristiani del Sudan sono pronti a pagare un caro prezzo per la loro fede, come lo dimostrano i due pastori Yat Michael e Peter Yein Reith che sono stati arrestati a dicembre 2014. Il processo contro di loro è iniziato pochi giorni fa e rischiano la condanna a morte per la loro fede cristiana.

Pregate per
> la protezione degli evangelisti nel loro pericolosissimo servizio
> una rapida scarcerazione di Yat Michael e Peter Yein Reith
> un risveglio fra i musulmani nel Sudan