aktuell gebetsanliegen head it

SyrienSiria: rischio

La clinica mobile di Acp continua ad attraversare la Siria per offrire aiuto medico alle persone in fuga dall’Isis. Sul fronte infermieristico curiamo ferite di guerra e offriamo un’assistenza sanitaria di base, mentre un team di medici effettua interventi chirurgici urgenti e assiste le donne durante il parto. A margine di questo lavoro, i collaboratori presenti sul territorio sono impegnati a pieno regime per rispondere alle esigenze dei nuovi rifugiati che incontrano quotidianamente; inoltre sfruttano anche i tempi di attesa ambulatoriale per annunciare l’evangelo ai pazienti, leggere la Bibbia con i rifugiati, pregare e giocare con i bambini in modo che dimentichino per un momento le loro preoccupazioni.

Per svolgere questo lavoro i membri del nostro staff sono tutti disposti a rischiare la vita. L’Isis infatti tenta continuamente di attaccare la clinica mobile, e nonostante l’aiuto dei combattenti curdi che la difendono, il pericolo resta alto. I nostri collaboratori ne sono consapevoli, eppure hanno deciso di rimanere e di aiutare le persone che hanno perso tutto. Una goccia d’acqua nel mare? Forse. Ma una goccia preziosa: il loro servizio salva decine di vite e comunica un messaggio di speranza di cui i rifugiati hanno un disperato bisogno.


Preghiamo...

> per la sicurezza dei collaboratori sul territorio;
> perché giungano doni sufficienti a coprire la grande richiesta di medicinali;
> per la disponibilità delle autorità e delle organizzazioni internazionali a offrire ulteriori aiuti in grado di agevolare il nostro lavoro.