aktuell gebetsanliegen head it

IsraeleIsraele

La Shoah non sarà mai cancellata dalla memoria d’Israele, ma l’antisemitismo non è solo un fenomeno del passato. Ancora oggi il Paese vive sotto forti pressioni e sperimenta ostilità da ogni lato, anche sul fronte culturale: l’esempio più recente è la risoluzione firmata dall’Unesco a ottobre 2016, dove si nega il nesso storico tra il Monte del Tempio e l’ebraismo.

Ciò che spesso si dimentica, a proposito della battaglia politica attorno a Israele, è che gli ebrei non soffrono soltanto per la situazione attuale: aspettano anche con ansia la venuta del Messia. Per questa ragione sosteniamo il lavoro di evangelizzazione mirato a presentare agli ebrei di Israele Gesù Cristo come Messia. L‘attività missionaria fra gli israeliani di lingua araba sta incontrando porte e cuori aperti e, su invito delle chiese locali, stiamo programmando una campagna a Gerusalemme e a Betlemme per il prossimo mese di aprile.


Preghiamo che:

> molti ebrei riconoscano il loro Messia;
> le comunità messianiche siano protette dalle vessazioni;
> l’evangelizzazione fra gli arabi israeliani possa svilupparsi ulteriormente.