aktuell news head it

N Etiopia

Etiopia: musulmani per Gesù

«Vi saluto nel nome di Isa Almesihi!» Isa Almesihi è il nome che i musulmani etiopici usano per indicare Gesù. Chi ci sta salutando però non è musulmano, ma cristiano.

Molti nuovi convertiti alla fede cristiana frequentano i nostri corsi, che vengono tenuti regolarmente in un luogo segreto in Etiopia. Yuna e molti altri partecipanti sono venuti per imparare: sono ancora dei “neonati” nella fede cristiana ma vogliono raccontare ad altri musulmani dell’amore di Gesù. A questo scopo, in collaborazione con il movimento cristiano locale Full Gospel Church, proponiamo dei seminari speciali dedicati a loro.

Yuna è giunto alla fede grazie al nostro programma di adozione a distanza, che ha aiutato uno dei suoi figli e gli ha permesso di ricevere un’istruzione scolastica. «Ho visto l’amore dei cristiani e come si occupano delle persone... presto ho iniziato a confrontare la mia religione con il loro modo di trattare il prossimo». In seguito a queste riflessioni Yuna ha deciso di affidare la sua vita a Gesù, e ora desidera raccontare di Gesù ad almeno altre cinquanta persone che conosce.

Fra i partecipanti c’è anche Ganamo. Diciassette anni, è appena stato diseredato dalla famiglia e cacciato via di casa perché un anno fa è diventato cristiano. Il giovane studente sta ricevendo un sostegno da parte nostra e dei cristiani del Paese, in modo da consentirgli di finire i suoi studi. Nonostante tutti gli ostacoli è venuto al seminario perché anche lui vuole raccontare ad altri di Gesù. «In passato ho odiato i cristiani e ne ho anche aggredito qualcuno. Poi uno di loro mi ha raccontato di Gesù e io ho finito per affidargli la mia vita. Sono dovuto fuggire perché la mia famiglia ha tentato di uccidermi. Da allora una decina di miei familiari si è convertita a Gesù, e spero che il raccolto diventi ancora più abbondante».

Anche noi di ACP desideriamo un raccolto più abbondante. Per raggiungere i musulmani con il messaggio liberatorio dell’amore di Gesù offriamo ai neoconvertiti un corso intenso sulla fede e indicazioni su come evangelizzare nell’ambiente musulmano da cui provengono. Un partecipante, al termine del corso, ha scritto: «Prima del corso non sapevo come raggiungere i musulmani. Questa settimana ho imparato a parlare loro tenendo conto del contesto in cui vivono». L’impostazione del corso si sta rivelando efficace. Numerosi musulmani prendono una decisione personale per Gesù tramite questi neoconvertiti. Pregate che il lavoro in questo ambito possa continuare a crescere!