aktuell news head it

Novità 1Italia | Amare significa dare

«I poveri li avete sempre con voi». Questa affermazione di Gesù la troviamo scritta in tre dei quattro vangeli. Ancora una volta, siamo di fronte a un’asserzione profetica da parte di Cristo, che conosce molto bene il danno causato dal peccato alla stupenda Creazione. In effetti, i poveri li abbiamo ancora oggi con noi, afflitti da tanta miseria, primariamente di natura spirituale.

«Nel quadro attuale, costituito da destabilizzanti crisi globali e concrete povertà individuali, come Missione Tabita ODV (Organizzazione di Volontariato) abbiamo condiviso con ACP la visione di reperire derrate alimentari da distribuire agli indigenti, stipulando una convenzione con il Banco Alimentare - racconta Marco Costantini, fondatore e presidente dell’associazione - Abbiamo anche organizzato delle raccolte solidali in alcuni supermercati. Inoltre, abbiamo offerto un collegamento tra domanda e offerta di lavoro, distribuito indumenti e mascherine (oltre 56 mila) in periodo di pandemia, e raggiunto centinaia di persone sole o famiglie con oggettive difficoltà sociali ed economiche, credenti e non, a cui abbiamo offerto un aiuto materiale ma soprattutto spirituale, attraverso la condivisione della Parola di Dio».

A dicembre, ancora nel pieno dell’emergenza Covid, l’associazione ha allestito dei nuovi locali da utilizzare sia come magazzini per la conservazione delle derrate, sia come area di accoglienza e consulenza. «In questo modo, abbiamo migliorato il servizio alla popolazione, alle altre associazioni e alle chiese, dando così una risposta concreta all’incremento delle situazioni di povertà e divenendo anche un punto di riferimento e un “partner locale” di ACP Italia a Roma».

Preghiamo perché la creazione di reti e di sinergie tra i “nati di nuovo” possa dare nuova linfa all’azione delle chiese locali, soprattutto tra i giovani.

Si tratta soltanto di poche gocce in un deserto di grandissimi bisogni, non solo materiali, confidando che il Signore possa compiere un’opera completa nei cuori. Preghiamo perché i credenti si consacrino ancora di più a Dio e alla Sua opera nella città di Roma: gli “operai” sono pochi e il “campo” è grande.