aktuell news head it

Srilanka Sri Lanka | Chiesa in costante crescita

Da quando il nostro partner in Sri Lanka ha incominciato il suo lavoro nelle zone a maggioranza buddista, sono nate sette chiese.

La situazione non è semplice: i monaci buddisti si sono posti l'obiettivo di limitare la diffusione del cristianesimo e per questo motivo vessano le chiese e spingono gli abitanti del posto a mettersi contro i cristiani, che incontrano una crescente ostilità.

Oggi chi porta a Cristo bambini e disabili rischia una condanna a sette anni di carcere o una sanzione molto alta. Molte persone che hanno trovato la fede da poco non riescono a resistere a questa pressione, e le chiese si trovano di fronte alla sfida di dover rafforzare nella fede in particolare i giovani credenti.

L’anno scorso i monaci hanno protestato davanti al parlamento per influenzare in senso restrittivo la legislazione contro i cristiani, chiedendo il divieto alla conversione verso altre religioni; la polizia è dovuta intervenire con gas lacrimogeni per bloccare le proteste degerate in forme violente. Fortunatamente il governo si oppone a una revisione della legge in senso restrittivo, anche se le norme attuali risultano comunque molto penalizzanti.

Nonostante la persecuzione, le chiese continuano a crescere. Un pastore ha raccontato che nell’ultimo anno ha avuto 36 giovani nella sua classe di studio biblico e tutti e 36 dopo il corso si sono fatti battezzare nel fiume dietro la chiesa. La cerimonia, grazie a Dio, è passata completamente inosservata nonostante monaci buddisti passeggiassero nei paraggi.