aktuell news head it

N Aethiopien HungerEtiopia: la fame è tornata

Milioni di persone nel sud e nell’est dell’Africa rischiano di morire per fame a causa di un prolungato periodo di siccità. L’Etiopia è fra i paesi più colpiti.

“Africa, la fame è tornata” o “Etiopia, alle porte la peggiore carestia degli ultimi decenni” sono due dei titoli letti in queste ultime settimane. Messa in ombra dall’emergenza rifugiati, lontana dai riflettori dell’opinione pubblica, la situazione del Paese sta raggiungendo le dimensioni del dramma vissuto nel 2011. Si stima infatti che al momento dieci milioni di persone soffrano a causa della carestia. Il governo etiopico ha esitato a lungo prima di rendere pubblica la gravità della situazione; nel frattempo si è rivolto con appelli urgenti alle organizzazioni di soccorso internazionali e lo stesso Segretario generale delle Nazioni Unite ha lanciato alla popolazione mondiale una richiesta di aiuto a favore dell’Etiopia.

Il referente di ACP ha effettuato un sopralluogo nella regione settentrionale dell’Etiopia e ne è rimasto scosso. Il bestiame non trova cibo nei campi, che sono ormai completamente aridi. Molti animali muoiono, e questo mette in crisi le economie locali basate sulla vendita dei capi di bestiame. La popolazione è ai limiti della sussistenza: a un recente funerale è stato difficile trovare un numero sufficiente di persone abbastanza in forze da scavare la tomba e trasportare il feretro. L’amministrazione locale si è rivolta a chiese e associazioni chiedendo di aiutare almeno le mense scolastiche, in modo che le scuole possano rimanere aperte.

ACP ha raccolto l’appello e ha già avviato i primi soccorsi. Grazie ai nostri contatti diretti - la collaborazione con il nostro partner etiopico è in atto ormai da quasi trent’anni e ha raggiunto un elevato livello di efficienza - possiamo garantire che l’aiuto giunga a destinazione e venga indirizzato alle persone più bisognose.