aktuell news head it

Filippine 7Filippine | Cenere vulcanica come “neve”

L’eruzione del vulcano Taal, vicino a Manila, ha lasciato un segno nel nostro progetto.


Circa 50 chilometri separano il luogo dell’eruzione vulcanica dalla sede del nostro progetto. Come riferisce uno dei collaboratori nelle Filippine, il nostro centro per bambini “Village of Hope” è stato “innevato” dalla cenere vulcanica. Grazie a Dio, non è successo niente di peggio.

Mezzo milione di persone nel raggio di 14 chilometri dal vulcano sono state evacuate. Molti hanno trovato rifugio da parenti e amici, ma circa 28.000 famiglie sono state ospitate in rifugi di emergenza. Le condizioni di vita sono precarie. Il vulcano continua a “sputare” cenere e si temono nuove eruzioni. Il ritorno delle persone alle loro case viene impedito: i rischi sono ancora troppo elevati.


Abbiamo inviato una squadra di primo soccorso nell’area di crisi e distribuito aiuti umanitari. Oltre all'acqua e al cibo, i pacchi contengono articoli per l’igiene e medicinali.

All’inizio della prossima settimana ci sarà un incontro con le autorità locali, le chiese della zona e i pastori. Questo ci aiuterà a pianificare e a coordinare le azioni di soccorso. Stiamo pensando di “adottare” uno dei campi-rifugio che sono stati creati e di fornire alle persone tutto ciò di cui hanno bisogno per il proprio sostentamento. Aspettiamo però l’incontro dei prossimi giorni: soltanto dopo potremo concretizzare i nostri piani.