aktuell news head it

Oltre il paccoEuropa dell'Est | Oltre il pacco

Per molte persone, in particolare nelle aree più povere del continente, non è scontato ricevere regali o visite.

Oltre il pacco

Il periodo natalizio si è ormai concluso: l'atmosfera delle feste è svanita e tutti noi siamo tornati alla quotidianità, ma anche quest'anno il natale ha lasciato in alcune vite un segno indelebile. Per molte persone, in particolare nelle aree più povere del continente, non è scontato ricevere regali o visite; per questo motivo un gruppo di quattro associazioni cristiane svizzere, insieme a centinaia di aziende, associazioni, chiese, scuole, migliaia di famiglie e singoli credenti hanno unito le forze per portare un aiuto ai meno fortunati. Seguendo una tradizione ormai consolidata, nelle diverse località della Svizzera sono stati preparati 107.300 pacchi-dono - quasi 7000 regali in più rispetto all’anno scorso - che in seguito sono stati spediti e distribuiti nell’Europa dell’est: 35 tir hanno portato i doni in Moldavia, Romania, Bulgaria, Albania, Serbia, Bielorussia, Ucraina. Quest'anno per la prima volta AVC Austria ha offerto un ulteriore contributo, permettendo di portare 4000 pacchi dono in Bosnia, e ACP Italia ha ripetuto l'esperienza dello scorso anno, raccogliendo e distribuendo a sua volta 2634 pacchi dono per i bisognosi del Paese. Siamo entusiasti dei risultati che questo progetto sta raggiungendo!

Il regalo più grande

La gioia delle persone che ricevono i regali è enorme. La nostra missione, in collaborazione con le chiese locali, ha selezionato un certo numero di famiglie bisognose, case di riposo, orfanotrofi, centri per disabili, scuole e ospedali. I pacchi dono contenevano prodotti di uso quotidiano come articoli per l’igiene personale, generi alimentari e in certi casi anche guanti caldi, che possono fare la differenza per le persone che vivono in aree dal clima particolarmente rigido. Per i più piccoli, i pacchi contenevano anche materiale per la scuola, giocattoli e dolci. Ogni anno durante la distribuzione dei regali arriviamo sempre alla stessa conclusione: la cosa più preziosa che le persone ricevono non è nei pacchi dono. Li colpisce soprattutto il fatto che qualcuno pensi a loro e vada a visitarli; questa attenzione fa la differenza, e rimane a lungo nel ricordo di quelle persone. Nella loro vita si accende un barlume di speranza che permette di iniziare con gioia il nuovo anno. Nell'utilizzare i prodotti del pacco dono si rendono conto di non essere soli, di non essere stati dimenticati né dalla società né dal Padre celeste. E questo è il regalo più grande che possa venire offerto.

Desideriamo ringraziare tutti i volontari che hanno partecipato con generosità al progetto: insieme a voi, anche quest'anno, siamo riusciti a trasformare molte vite.