aktuell news head it

Sirien hospitainer hp Siria: angeli su quattro ruote

Nonostante il rischio di attentati, il nostro ospedale mobile riesce a portare aiuto e speranza al confine tra Siria e Iraq.

Alcuni mesi fa i vostri aiuti hanno reso possibile l’acquisto di una clinica mobile per la Siria. Per la precisione si tratta di un camion che trasporta una clinica perfettamente equipaggiata per l’esecuzione di 2000 interventi in anestesia locale, e una sala parto. Brevemente saranno necessario rifornimenti di medicinali.

Di recente siamo riusciti a mettere insieme un team di cinque persone: un medico e ginecologo curdo, un’ostetrica, un’infermiera, un autista e un accompagnatore addetto alla sicurezza: sono la nostra squadra di “angeli su quattro ruote”. Viaggiano di località in località e non portano soltanto assistenza medica: spesso, durante il lavoro, incontrano persone alla ricerca di risposte spirituali. «Perché siete qui? Perché ci aiutate? Pensavamo che tutti ci avessero dimenticati». L’aiuto pratico deve essere accompagnato dalla speranza spirituale; la maggior parte dei membri del team è cristiana ed è in grado di portare questa speranza.

Nei vari villaggi non è raro incontrare musulmani che portano una catenina al collo con una croce. Alla domanda se siano cristiani rispondono: «No. Ma i cristiani sono quasi gli unici ad aiutarci e noi vogliamo esprimere così la nostra stima per loro e il loro Dio!».

I terroristi prendono sempre più di mira gli ospedali e non si sono dimenticati nemmeno della nostra clinica mobile. Due guerriglieri dell’Isis, travestiti da donne, sono stati scoperti appena in tempo: stavano per mettere a segno un attentato contro di noi.

Nonostante il pericolo rappresentato dall’Isis, i malati di tutta la regione attorno a Raqqa (roccaforte del sedicente califfato) vengono da noi per farsi curare: per farlo affrontano fino a 20 km a piedi. Alla fine di aprile la clinica mobile ha visto la nascita del primo bambino: è sano ed è la gioia dei suoi genitori.

Grazie a chiunque, con i suoi doni, rende possibile proseguire questo lavoro!