aktuell news head it

tansania Tanzania: l’aiuto che cambia la vita

Teofilo e i suoi due fratelli Rveumbiza e Teonest sono stati accolti dal nostro istituto dopo essere rimasti orfani di entrambi i genitori. Tre pasti al giorno per loro, fino a quel momento, erano solo un sogno.

Nel 2000 Teofilo e i suoi due fratelli vengono portati nel nostro istituto. Da tempo vivevano con una loro zia, che aveva accolto lui e i suoi fratelli dopo la morte dei loro genitori. Una situazione difficile: la zia, oltre ai quattro figli suoi e a loro tre, aveva accolto in casa anche altri due nipoti orfani. Lavorando a giornata nei campi riusciva a malapena a sostenere sé e i nove bambini: i soldi bastavano al massimo per un pasto al giorno. Il fatto che la zia fosse infetta dall’hiv, inoltre, condizionava pesantemente la sua salute rendendo la situazione ancora più difficile.

Teofilo arriva nell’istituto per l’infanzia di Kemondo quando ha sette anni, e la sua vita cambia. «La nostra salute è migliorata e abbiamo persino potuto frequentare la scuola di lingua inglese», racconta con gioia il ragazzo. Teofilo lavora duramente, supera gli esami di quinta elementare e inizia la scuola media. Durante un campo biblico per ragazzi decide di affidare la propria vita a Gesù Cristo. Da allora è cresciuto ed è diventato un ottimo monitore per altri giovani. Nel 2013 conclude la scuola media e inizia la sua formazione di falegname nel nostro centro.

Nel 2016 consegue il diploma professionale e lavora per sei mesi nel nostro laboratorio finché, grazie a un contributo di Acp, può iscriversi a una scuola superiore in Ruanda, dove da quest’anno sta frequentando una scuola di perfezionamento per approfondire le sue conoscenze nella lavorazione del legno.

Siamo molto riconoscenti a quanti ci hanno aiutato: grazie al vostro contributo Teofilo non ha dovuto vivere per la strada e cercare il cibo fra la spazzatura come purtroppo capita a tanti altri orfani del suo Paese, ma è diventato un giovane uomo con competenze professionali e la capacità di assumersi delle responsabilità.