aktuell news head it

Bangladesh 10Bangladesh | Cristiani feriti dopo un brutale attacco

Il 28 gennaio un gruppo di fondamentalisti musulmani ha attaccato i cristiani presenti in un campo profughi dei Rohingya.

Li hanno picchiati e hanno distrutto le loro case. Sedici persone sono state ferite, ma hanno ricevuto soccorsi immediati: sono state portate in un ospedale cristiano per le cure, al di fuori del campo profughi. Tra le vittime c'è Mohana Priya*, una importante leader dell’opera cristiana in quel luogo, sostenuta da ACP. Priya ha dovuto subire un intervento chirurgico a causa di un trauma cranico. Grazie a Dio, non si è verificato alcun decesso.

La polizia e i militari non sono stati in grado di respingere l'attacco. Purtroppo, non c’è stato alcun arresto e tutti i combattenti sono riusciti a fuggire.

Quel campo profughi dei Rohingya ha ospitato decine di migliaia di rifugiati in oltre due anni, tra cui 150 famiglie cristiane. Le stime parlano di 1,1 milioni di Rohingya che vivono in vari campi del Bangladesh. Molti di loro sono arrivati nel Paese dal Myanmar, a causa di gravi persecuzioni. Da un punto di vista umano, i cristiani sperimentano una condizione apparentemente senza speranza. Ogni giorno, infatti, subiscono persecuzioni e oppressioni. Con la profonda convinzione che Dio possa trasformare la loro situazione in una benedizione, i cristiani Rohingya chiedono preghiera. Desiderano vedere la manifestazione del Regno di Dio, e che sia fatta la Sua volontà.


* Nome modificato